Item image

La Veroli che non ti aspetti…

L’umanità può vivere senza la scienza, può vivere senza pane, ma soltanto senza la bellezza non potrebbe più vivere, perché non ci sarebbe più niente da fare al mondo.

Fëdor Dostoevskij

 

Curiosità:

Dal 2011 è possibile accedere alla Veroli sotterranea ed ammirare il criptoportico romano, costruito tra il primo ed il secondo secolo a.C.

Descrizione:

Veroli è una città di origine ernica, poi municipio romano, che ebbe grande importanza nel medioevo quale sede vescovile. Molte le stratificazioni storiche che si possono rintracciare nella città,  Alcuni ambienti del Palazzo Municipale sono stati recentemente adibiti a museo di civiltà ernica e romana. L’ingresso al museo si trova su vicolo Casalunga da dove si accede alla prima sala in cui sono visibili le mura megalitiche di sostruzione del Foro, risalenti al IV secolo a.C. Qui sono conservate le iscrizioni romane che ricordano due importanti personaggi: Gracco, prefetto dei fabbri, e Lucio Alfio duumviro. Una collezione di ceramiche e dipinti di proprietà del Comune fa bella mostra di sé assieme ad alcuni capitelli antichi. All’interno di vetrine sono esposti reperti di varia provenienza; la maggior parte è stata donata al Comune nel 2005, con alto senso civico, dalla famiglia Papetti mentre altri sono stati riportati alla luce più recentemente durante i lavori di scavo e ripulitura che hanno interessato il criptoportico. L’epoca di appartenenza del materiale conservato va da quella romana repubblicana, a quella imperiale, al tardo antico, all’alto medioevo. Dalla sala delle vetrine si scende al sito ipogeo che si sviluppa dal Palazzo Municipale a piazza Duomo.

L’intervento del GAL

Attraverso il supporto del GAL si sono ottenute le risorse finanziarie per effettuare l’intervento archeologico all’interno del museo civico di Veroli, riportando alla luce e alla conseguente fruizione il criptoportico. Questa azione è stato cofinanziata grazie al Programma Leader + 2000­2006, Misura II azione 2. a.2 “Inventario, restauro, valorizzazione dei beni storico culturali”,

DOVE SI TROVA

Veroli – uscita superstrada Frosinone – Sora

 ITINERARI PER IL VISITATORE

Oltre a visitare il borgo e la Veroli sotterranea, chi arriva a Veroli può curiosare in due Musei molto particolari: quello della Civiltà rurale e quello delle Erbe. Da non perdere anche la Biblioteca Giovardiana. Da Veroli è possibile partire per visitare inoltre la splendida Abazia di Casamari e la Certosa di Trisulti, e salire fino alle Grotte di Collepardo. Ottimale sarebbe programmare le vacanze in città nel periodo dei Fasti Verulani, manifestazione di artisti di strada conosciuta ormai a livello nazionale.

CONTATTI E NUMERI UTILI

Proloco Veroli

Tel/fax 0775.238929

e.mail: prolocodiveroli@libero.it