PAT Suppl. Ord. N. 43 G.U. 168/2015

Di qualità elevatissima, anche se ancora non universalmente noti, i tartufi che si raccolgono sulle alture fra Campoli Appennino  e gli altri paesi del  parco sono di tipo pregiato e vengono in gran parte esportati. I tartufai di Campoli Appennino raccolgono nel territorio comunale e nei comuni vicini da ottobre a gennaio sia il tartufo nero pregiato, sia il tartufo bianco.

In  primavera è possibile degustare il tartufo bianchetto o marzuolo, mentre in estate è diffuso il tartufo scorzone  Molto vario è  il patrimonio gastronomico ottenuto mediante l’uso dei tartufi: dal semplice condimento usato per le  paste fresche alle salse per aromatizzare i crostini e pietanze ai dolci a base del prezioso fungo tuberoso, che ha dato via anche alla creazione di aziende specializzate nella sua lavorazione.

I tartufi che si trovano sulle alture fra Campoli Appennino e gli altri paesi del Versante Laziale del Parco d’Abruzzo, sono di tipo pregiato e vengono in gran parte esportati. Da ottobre a gennaio i tartufai raccolgono sia il tartufo nero pregiato sia il tartufo bianco. In primavera è possibile degustare il tartufo bian chetto o marzuolo, mentre in estate è diffuso il tartufo scorzone.

DOVE ACQUISTARE
• Azienda Agricola Benacquista Raffaello, Campoli Appennino – tel. 347 8337294
• Azienda Agricola “Antica Ciociaria”, Alvito – tel. 335 367497; 349 8159234